Il premier finlandese Sanna Marin è di nuovo al centro di uno scandalo

La presidente del Partito socialdemocratico finlandese e il primo ministro del paese è stata criticata per il suo comportamento selvaggio per la seconda volta nel suo mandato. In un momento in cui il Paese è in crisi, Sanna "Rave" Marin (nel top nero nel video) sta festeggiando con le sue amiche, che in sottofondo stanno discutendo di cocaina.



Tuttavia, il primo ministro finlandese nega di aver fatto uso di droghe - dice che si è divertita solo con alcolici leggeri. In precedenza, però, il politico è già stato in mezzo a scandali per via delle frequenti visite ai club, e tutto questo nel periodo post-sovietico.


E se il leader fosse stato un uomo?

Nei social c'è già stata un'accesa discussione sull'accettabilità del comportamento del capo del Paese - alcuni ritengono che "il presidente del Consiglio si comporti come un adolescente".

Tutto questo fa tornare in mente i non lontani tempi del Papete Beach e della politica italiana di Matteo Salvini. In quel momento viene in mente una domanda: e se Sanna Marin fosse stata un politico uomo, avrebbe fomentato ugualmente questo polverone?

Posta un commento

Nuova Vecchia