Lo sapevi che...

 

Oggi vediamo come per gli autori gli Astronauti siano veri supereroi!!

Se un essere umano rimane nello spazio per un anno al suo rientro sulla terra non sarebbe immediatamente in grado di camminare perché il fisico sarebbe debilitato dalla prolungata assenza di gravità, e un abbraccio “d’affetto” potrebbe tranquillamente stritolargli le ossa (cosa veramente vietata nelle sostituzioni di astronauti)… 

Ma alla fine del film, il cosmonauta russo cammina sulla pista di lancio con tutti gli altri… Dei veri astronauti non entrerebbero nella navicella senza indossare i propri caschi. 

Essi devono respirare ossigeno puro per un certo periodo di tempo prima del lancio per far uscire tutto l’azoto dal loro sangue. In caso contrario, soffrirebbero di un’embolia durante il lancio (come i sommozzatori che rimontano troppo in fretta da profondità estreme). Ma questi non ne hanno bisogno.

Inoltre i membri dei due equipaggi non fanno uso di alcuna tecnica ‘anti-G-lock’ (tecniche capaci di prevenire la perdita di conoscenza sotto intense forze G), ma ancora molti di essi parlano (o urlano) per tutta la durata dell’accelerazione, il che sarebbe impossibile, in particolar modo per astronauti non allenati.

Posta un commento

Nuova Vecchia