Le superfici "intelligenti" potrebbero raffreddare le città alla griglia

Le città potrebbero ridurre le temperature di picco sostituendo le superfici calde e scure - strade, tetti, parchi giochi e parcheggi - con alternative più fresche, Jennifer A. Kingson scrive per Axios What's Next.


Le città hanno aggiunto politiche sul "tetto fresco" e programmi di "pavimentazione fredda", ma otterranno solo risultati significativi dai piani che coinvolgono tutte le superfici che intrappolano il calore, afferma Greg Kats, fondatore e CEO della Smart Surfaces Coalition.


Il gruppo di difesa sta lavorando per convincere le città a escogitare piani sistemici per bandire le superfici scure e impermeabili e sostituirle con quelle verdi, porose e riflettenti.


La coalizione di 3 anni sta lavorando con Baltimora per cercare di rendere la città un modello di ciò che si può fare.


Una strategia globale battezzerà (idealmente) la Città del Fascino con tetti e autostrade riflettenti, pannelli solari, alberi, marciapiedi porosi e "prati urbani" - aree di mediana in cui l'erba falciata viene sostituita con erbe autoctone non curate.

Posta un commento

Nuova Vecchia