Top Ad 728x90

Auto va fuori strada e finisce in un canale, niente da fare per due persone

Un terribile incidente stradale si è verificato nel cuore della notte, un’auto è finita fuori strada e successivamente in un canale: due le persone che hanno perso la vita


Sono a dir poco drammatiche le notizie che arrivano dal nord Italia. Ci troviamo ad Ormelle (in provincia di Treviso), precisamente in via Roma dove nel cuore della notte c’è stato un incidente mortale. Secondo quanto riportato da alcune fonti e media locali pare che due persone hanno perso la vita. Mentre altre due sono rimaste ferite gravemente in un incidente stradale. Sul posto sono arrivate le forze dell’ordine che hanno avviato le prime indagini del caso.
Ambulanza (Ansa Foto) Notizie.com


Anche i vigili del fuoco per recuperare i corpi delle due vittime. L’auto in questione è una Audi A3. Alla guida un ragazzo di 27 anni, di origine indiana (e che abitava nella provincia trevigiana). A bordo della stessa erano presenti altre tre persone. A quanto pare la vettura è uscita di strada ed è finita nel canale di scolo parallelo alla carreggiata. Alcune auto, che transitavano in quel momento, non hanno perso altro tempo ed hanno chiamato sia i carabinieri che, appunto, i vigili del fuoco.


Treviso, drammatico incidente stradale nella notte: due vittime




Per il conducente ed uno dei passeggeri non c’è stato assolutamente nulla da fare visto che sono deceduti sul colpo. Le altre due persone sono state trasportate nell’ospedale di Treviso. Proprio dal nosocomio fanno sapere che le loro condizioni sono molto gravi e sono ricoverati attualmente in “codice rosso“. Nel frattempo le salme delle due vittime sono state portate all’ospedale di Oderzo dove sono arrivati i familiari, ancora sotto shock ed increduli per quanto accaduto.
Incidente stradale nella notte in provincia di Treviso (Ansa Foto) Notizie.com


Purtroppo non si tratta affatto del primo episodio di incidente mortale che si verifica nel trevigiano visto che, già in passato, ci sono state altre dinamiche del genere. Come riportato in precedenza i militari dell’arma si stanno accertando su come sia stato possibile tutto questo. Non è da escludere che possano essere utilizzate telecamere di videosorveglianza della zona. Per il momento tutte le ipotesi restano aperte.


 


L'articolo Auto va fuori strada e finisce in un canale, niente da fare per due persone proviene da Notizie.com.


http://dlvr.it/Syj7Kq

Manifestazione Pd, Schlein attacca ancora la Meloni: “Ha fallito”

In una intervista che ha rilasciato al quotidiano “La Repubblica” è intervenuta la segretaria del Partito Democratico, Elly Schlein 


Oggi è il grande giorno per il Partito Democratico che scende in piazza del Popolo, a Roma, per manifestare contro il governo e non solo. Anche per quello che sta accadendo in Medio Oriente ed in Ucraina. In prima fila, ovviamente, non può mancare la segretaria Elly Schlein. A poche ore da questo importante appuntamento l’italo-svizzera ha rilasciato una intervista alla ‘Repubblica‘. Tanti sono i temi che ha voluto affrontare al noto quotidiano.
La segretaria del Partito Democratico, Elly Schlein (Ansa Foto) Notizie.com


Come quello della Legge di Bilancio, premierato, guerra, terrorismo, liberazione ostaggi Hamas ed anche della Meloni. Queste sono alcune delle sue dichiarazioni: “Abbiamo lanciato la manifestazione con lo slogan “per un futuro più giusto” per le persone e per il pianeta. Quello che tiene insieme tutto è l’idea di eguaglianza e la difesa dei più deboli. Siamo in piazza la giustizia sociale contro la precarietà e lo sfruttamento. Basta alle discriminazioni contro le donne, migranti e Lgbtq+“.


Sul taglio del cuneo ha rivelato: “Non aumenta di un euro i salari nel 2024. E’ uno spot per le Europee. Questa manovra è iniqua e colpisce tutte le generazioni. Le nonne e i nonni sulle pensioni e la sanità, colpisce le madri e i padri aumentando le tasse sui pannolini, sui prodotti per la prima infanzia e assorbenti. Non solo, colpisce anche le figlie e i figli. Siamo l’unico paese dell’Ocse in cui i redditi famigliari sono diminuiti e il governo non fa nulla per il caro vita, per il caro energia e il caro bollette“.


Manifestazione Pd, Schlein: “Costruiamo alternativa a governo Meloni”




Per quanto riguarda il fisco, invece, la segretaria del Pd ha ribadito: “Il governo ha adottato misure che strizzano l’occhio a chi evade e non a chi le tasse le paga. Tra questi proprio i pensionati. Premierato? E’ un fumogeno lanciato da Meloni per distrarre dalle promesse tradite sul terreno economico e sociale. Indebolisce il Parlamento e intacca le prerogative del Presidente della Repubblica. La democrazia non può risolversi nella acclamazione del capo ogni 5 anni. La destra ha sempre sognato di smantellare la Repubblica e non è andata bene“.
La segretaria del Partito Democratico, Elly Schlein (Ansa Foto) Notizie.com


In conclusione si è voluta soffermare proprio sulla premier Meloni: “Inutile ricordarlo, ma ha fallito. Noi del Pd sentiamo la responsabilità di costruire un’alternativa credibile e vincente. Dobbiamo unire le forze ma sui temi concreti. Progetto di alleanza tra conservatori e popolari contro il Pse in Europa? La sua è una idea naufragata ancor prima di partire. Noi offriamo come perno di una grande alleanza politica per poter battere le destre“.


L'articolo Manifestazione Pd, Schlein attacca ancora la Meloni: “Ha fallito” proviene da Notizie.com.


http://dlvr.it/SyhspX

Fitch Ratings, sorride l’Italia: importanti novità in arrivo

Fitch Ratings, sorride il nostro Paese: ci sono moltissime novità in arrivo. Gli ultimi aggiornamenti 


Nelle ultime ore Fitch ha confermato il “Long-Term Foreign-Currency Issuer Default Rating (IDR)” nei confronti del nostro Paese direttamente a “BBB” con un outlook stabile. Nella nota diramata, infatti, è stato comunicato che il rating dell’Italia è sostenuto dalla sua economia ampia. Non solo: diversificata e ad alto valore aggiunto, dall’appartenenza all’Eurozona e dalla solidità delle istituzioni. Non è finita qui visto che questo tipo di caratteristiche creditizie sono bilanciate da fondamentali macroeconomici e fiscali deboli.
Fitch Ratings (Ansa Foto) Notizie.com


Soprattutto per quanto riguarda un debito pubblico molto elevato ed anche da una politica fiscale che è stata definita poco rigorosa. Il tutto, ovviamente, dopo lo scoppio della pandemia da Covid. Ed anche da un potenziale di crescita economica ridotto ed anche da un contesto di rendimenti più elevati.


Fitch Ratings, outlook stabile: il comunicato




Questo il comunicato ufficiale da parte della società: “L’outlook stabile riflette la proiezione di Fitch di una stabilizzazione del debito pubblico/PIL negli ultimi anni delle nostre previsioni, vicino al livello di fine 2022, un’attesa ripresa nell’esecuzione dei progetti finanziati dall’Unione europea che forniscono un moderato sostegno alla crescita, e la continua ampia stabilità della coalizione, che limita il rischio politico più marcato.
Fitch Ratings (Ansa Foto) Notizie.com


Tuttavia, il significativo allentamento degli obiettivi fiscali ha indebolito il percorso di aggiustamento del deficit, con i rischi associati di un aumento dei rendimenti sulle nuove emissioni di debito e di non conformità alle norme fiscali dell’Unione europea“. Secondo le ultime proiezioni da parte della stessa Fitch pare che l’inflazione italiana ad ottobre è scesa anche in maniera brusca dell’1,8%. E’ pronta ad attestarsi, nella media, al 2,9% nel 2024 e al 2,1% nel 2025.


In conclusione c’è stato anche un importante riferimento al governo guidato da Giorgia Meloni: “Il sostegno loro ha retto e la sua maggioranza parlamentare è più stabile di quella di molte amministrazioni precedenti, offrendo una piattaforma per una pianificazione economica e fiscale di medio termine. Non solo: devono anche far fronte a una notevole pressione politica per mantenere le sue promesse elettorali, il che pesa sulle prospettive di un maggiore consolidamento, come dimostra l’attuale pressione della coalizione sulle misure di riforma delle pensioni“.


L'articolo Fitch Ratings, sorride l’Italia: importanti novità in arrivo proviene da Notizie.com.


http://dlvr.it/SyhsWy

Premier League, calciatore si ferma “per problemi di salute mentale”

Una storia davvero molto particolare e che tutti nel mondo del calcio sperano si possa risolvere nel migliore di modi e prima possibile


La salute mentale dei calciatori è un tema di cui si parla ancora troppo poco. Nonostante la vita lussuosa, ricca e apparentemente tranquilla, per molti tutto questo può essere e diventare un vero e proprio incubo. La testa, infatti, va di pari passo con il corpo, e senza la giusta condizione non si riesce a performare al meglio. Ne è un esempio la storia recente di Dele Alli, che ha da poco giocato al Besiktas in Turchia, e che ha avuto un passato piuttosto glorioso in Premier League, tra le fila del Tottenham e dell’Everton.
Lyle Foster ha ammesso di soffrire di depressione (Ansa) – Notizie.com


Non molto tempo fa è stato protagonista di un’intervista a 360 gradi, in cui ha raccontato tutti i suoi problemi di salute mentale che l’hanno distrutto e frenato nella sua ascesa. L’ultima vicenda che ha fatto il giro di tutti i media è quella di Lyle Foster, giocatore del Burnley. Ha infatti deciso di prendersi del tempo lontano dal terreno di gioco per affrontare i problemi di salute mentale di cui soffre da tempo. Il club, che milita nella massima serie del calcio inglese, dopo aver conquistato la promozione lo scorso anno, ha confermato che il calciatore si trova attualmente in cura da alcuni specialisti e che lo aiuteranno con tutto ciò di cui ha bisogno.


La storia di Lyle Foster




“A nome di Lyle Foster e della sua famiglia, ci è stato chiesto di fornire un aggiornamento sulla sua malattia. Lyle ci ha recentemente fatto sapere che continua a lottare con la sua salute mentale e ci ha chiesto aiuto“, questo è il comunicato ufficiale del Burnley, che ha spiegato la situazione. “È nelle mani di specialisti, che gli danno l’aiuto e le cure di cui ha bisogno per guarire. Con l’amore e il sostegno della sua famiglia e di tutti a Burnley, faremo tutto il possibile per farlo stare meglio“, ha aggiunto il club dei Clarets.
Il giocatore del Burnley Lyle Foster (Ansa) – Notizie.com


L’attaccante sudafricano, che già parlava della sua depressione nel luglio di quest’anno, in questa stagione ha giocato solamente otto partite con la maglia del Burnley, segnando comunque tre gol e fornendo due assist. È sbarcato in Inghilterra proprio quest’estate dal Westerlo, in Belgio, dove ha dato grande prova di sé nelle ultime due annate. Agli inizi della sua carriera ha fatto anche parte del settore giovanile del Monaco, in Francia. Si tratta di uno dei migliori vivai del mondo che ha portato a far esordire con i professionisti, tra gli altri, anche Kylian Mbappé.


L'articolo Premier League, calciatore si ferma “per problemi di salute mentale” proviene da Notizie.com.


http://dlvr.it/SyhM0k

Pd, Gribaudo non si arrende: “Cerchiamo alternativa a Meloni”

Partito Democratico, Chiara Gribaudo non si arrende e punta ad una alternativa valida alla Meloni: di questo e molto altro ne ha parlato al ‘Manifesto’ 


Quella di domani è una grande giornata per il Partito Democratico che scenderà in piazza, a Roma, per la manifestazione indetta da mesi. In prima linea ci sarà anche la vicepresidente Chiara Gribaudo. A meno di 24 ore da quello che accadrà l’esponente dei dem ne ha voluto parlare in una lunga intervista che ha concesso al ‘Manifesto‘. Alla domanda su quale sia il motivo principale per cui si recheranno in piazza del Popolo la risposta non si è fatta assolutamente attendere.
La vicepresidente del Partito Democratico, Chiara Gribaudo (Ansa Foto) Notizie.com


Queste sono alcune delle sue parole rilasciate al noto quotidiano: “Noi scendiamo in piazza per dire che vogliamo un paese diverso da quello che ci ritroviamo dopo un anno di governo Meloni. Sindacati e associazioni hanno già fatto sentire la loro voce, ora tocca a noi: l’opposizione deve uscire dai palazzi, vogliamo condividere la battaglia contro la manovra e contro i tagli alla sanità con la nostra comunità e con chi vuole darci una mano“.


Poi ha continuato dicendo: “Il Pd per cambiare ha bisogno di una intelligenza diffusa, c’è una larga parte di Italia che fa fatica, non solo i più deboli ma anche il ceto medio che è penalizzato dai tagli alla sanità e alla scuola. Stiamo facendo il nostro percorso, ora è nelle condizioni di mandare messaggi chiari, di essere una forza realmente popolare capace di riannodare i fili con chi ha smesso di credere nella politica“.


Pd, Gribaudo: “Schlein condanna i massacri di civili a Gaza”




Si è trattato anche uno dei temi di questi giorni come il conflitto in Medio Oriente. La posizione del partito in questione non è cambiata affatto: “Tutto il PD è unito nel chiedere la pace. Siamo per una soluzione che preveda due popoli e due stati. Schlein ha alzato i toni nel condannare i massacri di civili a Gaza. A pagare il prezzo non possono essere civili inermi, soprattutto bambini. Usa, Ue e paesi arabi moderati devono lavorare per arrivare a una soluzione politica“.
La vicepresidente del Partito Democratico, Chiara Gribaudo (Ansa Foto) Notizie.com


In conclusione si è soffermata a discutere della premier Giorgia Meloni. Anche quella di domani sarà una occasione di mostrare il loro dissenso nelle sue decisioni: “Nel mondo progressista e di sinistra c’è una sensibilità sul tema dell’uomo solo al comando, ci sono ancora anticorpi diffusi, nonostante i tentativi della destra di riscrivere la storia. Se si parla di stravolgimento della Costituzione, di riduzione dei poteri del Quirinale, il nostro popolo è pronto a mobilitarsi. Vogliamo costruire una alternativa alla premier“.


L'articolo Pd, Gribaudo non si arrende: “Cerchiamo alternativa a Meloni” proviene da Notizie.com.


http://dlvr.it/SyhLq1

“Ho rotto polsi ai portieri e fatto svenire un mio ex compagno”

L’ex calciatore di Serie A, 43 anni, aveva un tiro potentissimo. Ha parlato in esclusiva a Notizie.com: non ha ancora appeso gli scarpini al chiodo.


Il sogno che diventa realtà. Gli occhi che mostrano il punto in cui sei arrivato, che non avresti mai pensato di raggiungere. “Ho capito di avercela fatta quando mi sono trovato Francesco Totti di fronte, è stato prima di un Livorno-Roma…”. Emerson Ramos Borges, 10 stagioni dopo, non ha ancora appeso gli scarpini al chiodo e continua a giocare a calcio, in quella che è diventata la sua casa: la Sardegna.
Emerson Borges aveva un tiro potentissimo (Ansa Foto) – Notizie.com


Centrocampista della Nuorese, ha fatto parlare di sé soprattutto durante l’esperienza al Livorno, squadra con la quale è riuscito a raggiungere la Serie A dopo tantissimi anni di gavetta. “Quando ho visto Totti ho pensato di aver realizzato il sogno mio e di tutti quei ragazzi che ho incontrato durante il lungo percorso, in Serie C e anche nelle serie dilettantistiche. È stata un’emozione incredibile, davanti agli occhi mi è passata l’intera vita e tutte le partite giocate nelle categorie inferiori. Una sensazione bellissima”, ha raccontato in esclusiva a Notizie.com.


“Ho visto Totti e realizzato il mio sogno”


Emerson Borges ha parlato di Totti: “L’ho visto e ho pensato di avercela fatta” (Ansa Foto) – Notizie.com


Il suo tiro faceva invidia ai fuoriclasse del campionato italiano. “In carriera ho rotto diversi polsi ai portieri avversari, ho fratturato nasi, una volta ho fatto svenire un mio ex compagno che si era messo in barriera. Gliel’avevo detto: ‘Non metterti in barriera…’. Non mi ha ascoltato, ho chiuso gli occhi e tirato il più forte possibile. Ho colpito proprio lui ed è svenuto. L’ho preso in pieno…”. Emerson specifica i suoi specialisti preferiti dalla distanza: “Roberto Carlos naturalmente era qualcosa di unico, anche lui pensa che avrà fatto svenire qualcuno (ride, ndr). Poi dico Marcelinho Carioca, ex giocatore del Corinthians. Aveva un tiro formidabile. Non posso dimenticare però Juninho Pernambucano e Andrea Pirlo, che ho visto da vicino. Era veramente impressionante”.
Emerson Borges con la maglia del Livorno (Ansa Foto) – Notizie.com


Emerson ha scalato le categorie, conosce pregi e difetti del calcio italiano: “Purtroppo in Italia si punta poco sui calciatori che giocano nelle serie inferiori. È molto più facile pescare all’estero giocatori che hanno procuratori alle spalle, che quindi sul trasferimento ci guadagnano. Ci sono alcuni ragazzi che giocano in B per una vita e non hanno mai un’occasione. Io per la Nuorese giro la Sardegna alla ricerca di ragazzi di talento, bisogna alimentare il loro sogno. In Italia, invece, spesso ai giovani si toglie proprio la possibilità di sognare”.


L'articolo “Ho rotto polsi ai portieri e fatto svenire un mio ex compagno” proviene da Notizie.com.


http://dlvr.it/Syg6lG

Geronimo La Russa, nuova avventura: “Mio padre non voleva”

In una intervista rilasciata al ‘Corriere della Sera’ è intervenuto il figlio di Ignazio La Russa, Geronimo, da poco nominato per una carica importante 


Non sono assolutamente mancate le polemiche e le critiche in merito alla sua nomina nel consiglio di amministrazione del teatro ‘Piccolo‘ di Milano. Geronimo La Russa ci mette la faccia e risponde a coloro che hanno sollevato questo polverone. Lo ha fatto rilasciando una intervista ai microfoni del ‘Corriere della Sera‘ in cui ci ha tenuto a fare il punto della situazione. Queste sono alcune delle sue parole: “Ho un cognome importante, lo so, ma ho anche 43 anni.
Geronimo La Russa (Ansa Foto) Notizie.com


Cosa devo fare? Devo annientare la mia vita e le mie passioni e aspettare il giorno in cui mio padre non darà più fastidio a nessuno?“. E’ un fiume in piena l’attuale numero uno di Aci. In merito alle dichiarazioni da parte del sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha ribadito: “Sono più a un atto dovuto del sindaco di una giunta di sinistra che ad altro. Io lotto per un mondo che non abbia preconcetti“. Poi si è ricordato che fu proprio il primo cittadino a nominarlo nel consiglio di amministrazione di M4 (linea della metropolitana).


Geronimo La Russa, sulla nomina precisa: “Mio padre Ignazio non è intervenuto”




Poi ha continuato dicendo: “Ho notato la composizione di vari cda di istituzioni culturali, sicuramente tutte persone bravissime, ma tanti nomi di politici o ex politici di sinistra. Perché La Russa non va bene, e altri sì?“. Altro che “aiuto” dal padre per una sua nomina. Anzi: “E’ successo esattamente il contrario. Vorrebbe che mi dedicassi solo a mandare avanti lo studio legale perché è quello che mi dà da vivere. Altro che incarichi e poltronifici. Sono fake news“.
Geronimo La Russa (Ansa Foto) Notizie.com


Anche perché ha precisato: “A prescindere dallo studio legale, c’è l’Aci dove sono stato eletto e non nominato e una società privata con l’amica Barbara Berlusconi che conosco da 20 anni e con i suoi fratelli. E sottolineo che nessuno ricorda che l’incarico al Piccolo è gratuito. L’unica nomina remunerata è quella in M4 avuta dal sindaco“.


In conclusione ribadisce: “Se avessi voluto ruoli chiave avrei fatto delle scelte di vita diverse e ora magari sarei in politica. Parentopoli? Queste accuse mi fanno sorridere. Ci tengo a coltivare le mie passioni e aiutare il prossimo“.


L'articolo Geronimo La Russa, nuova avventura: “Mio padre non voleva” proviene da Notizie.com.


http://dlvr.it/SyfkHj

Matteo Ricci sicuro: “Alle Europee ci sarà una grande sorpresa”

Matteo Ricci, esponente del Pd e sindaco di Pesaro, in un’intervista a ‘Il Fatto Quotidiano’ svela che alle prossime Europee ci sarà una grande sorpresa.


Nel giorno dell’uscita del suo libro Pane e politica Matteo Ricci rilascia una lunga intervista a Il Fatto Quotidiano e affronta diversi temi tra cui anche il futuro del ‘suo’ Pd: “Bisogna tornare ad essere un partito popolare e ascoltare la gente, soprattutto quella in periferia. Questo non significa assolutamente essere populisti, ma raccontare in maniera semplice la complessità del mondo in cui viviamo“.
Il sindaco Ricci sulle prossime Europee e non solo – Notizie.com – © Ansa


Per il sindaco di Pesaro un passaggio anche su Elly Schlein: “Lei ha davanti una sfida non semplice da vincere perché tenere unito il Pd non è affatto facile. Deve fidarsi di chi ha lavorato nei territori e di chi ama il partito. Solo in questo modo potranno arrivare i risultati“.


Ricci apre al M5s


Ricci non chiude la porta al M5s – Notizie.com – © Ansa


Matteo Ricci è sempre stato tra coloro che hanno spinto ad una alleanza con i pentastellati e lo conferma anche in questa intervista: “Io credo molto in questo percorso e sono certo che Renzi ha fatto cadere il governo perché vedeva una prospettiva politica, che lui ha deciso di interrompere a causa di idee diverse“.


Un accordo che potrebbe portare dei risultati già alle prossime Europee: “Se si fanno le cose fatte bene, allora potrebbe esserci un risultato inatteso. Con i 5Stelle sono molto le cose in comune che quelle che ci dividono. Io sono per una competizione cooperativa, cosa che avvantaggia entrambi“.


“A Firenze il Pd è molto forte”


Ricci sul ruolo del Pd a Firenze – Notizie.com – © Ansa


Nonostante questa apertura, non mancano le divergenze tra i due partiti. “Il Pd a Firenze è molto forte – spiega Ricci soffermandosi sulla decisione di Conte di candidare per il ruolo di sindaco Tommaso Montanari – spesso arriviamo anche sopra il 30%. Non si può pensare che un partito così forte nel territorio non abbia a disposizione una classe dirigente per guidare la città. Proprio per questo motivo prima ho parlato di competizione cooperativa. Bisogna lavorare con le nostre diversità“.


L'articolo Matteo Ricci sicuro: “Alle Europee ci sarà una grande sorpresa” proviene da Notizie.com.


http://dlvr.it/Syfjsc

Conference League, Cukaricki-Fiorentina, le pagelle, Nzola su rigore basta e avanza, viola primi in classifica

La formazione di Italiano vince 1-0 e riesce a ottenere la seconda vittoria consecutiva del girone senza soffrire più di tanto


Vittoria ottenuta col minimo sforzo. Non una bella Fiorentina, ma efficace che batte il Cukaricki per 1-0 con una rete segnata da Nzola su calcio di rigore.
Nzola della Fiorentina viene festeggiato dopo il gol su rigore al Cukaricki (Ansa Notizie.com)


Per il giocatore della Fiorentina è la prima rete stagionale e in Europa della sua carriera. Ora la squadra di Italiano dopo aver inseguito tanto è prima in classifica col destino nelle proprie mani.


Tabellino e pagelle




Cukaricki (4-3-3): Filipovic 6,5; Nikcevic 6, Vranjes 5 (68′ Jovanovic 5,5), Kovacevic 6, Tosic 6; Stankovic 5,5, Sissoko 6, Kovac 5 (86′ Singh ng); Ivanovic 5,5 (68′ Cvetkovic 6) , Adetunji 6, Ndiaye 5,5 (80′ Miladinovic ng). A disposizione: Belis, Samurovic, Rogan, Stojanovic,, La. Stojanovic, Arsovic,. All.: Matic


Fiorentina (4-3-3): Christensen 6; Pierozzi 6, Milenkovic 5,5, Ranieri 6,5, Biraghi 6 (55′ Parisi 6); Lopez, Bonaventura 5,5, Duncan 6 (55′ Mandragora 5,5 84′ Arthur ng); Sottil 6, Nzola 6 (70′ Kouame 5,5), Ikone 5,5 (55′ Brekalo). A disposizione: Terracciano, Comuzzo, Martinez Quarta, Gonzalez, Infantino, Mina, Barak. All.: Italiano


Arbitro: Schroder (Ger) 6


Marcatori: 8′ Nzola su rigore


Note: Spettatori 10.000 circa. Ammoniti 7′ Ndiaye, 40′ Adetunji, 44′ Biraghi, 83′ Parisi, 94′ Singh


Recupero: pt 4′, st 6′


I Top


Il momento in cui Nzola segna il rigore (Ansa Notizie.com)


NZOLA In verità non fa una gran partita, ma ha il merito di presentarsi sul dischetto e segnare la rete che sblocca la partita. E’ il suo primo gol in Europa, chissà che possa servire a sbloccarlo in maniera definitiva, visto che il suo avvio di stagione è stato deludente.


MAXIME LOPEZ Uno dei pochi che si salva in una partita strana. Mette ordine e dà i tempi giusti ai suoi compagni. Sempre nel posto giusto, nel momento giusto.


RANIERI E’ giovane, ma non sembra per come si muove in campo. E’ vero che davanti non ha giocatori che lo possono impensierire ma gioca con grande autorevolezza.


I Flop


Andrea Sottil durante un’azione in Fiorentina Cukaricki (Ansa Notizie.com)


IKONE‘ La Fiorentina vince anche quando c’è lui in campo, ma per le sue doti tecniche potrebbe fare di più anche per permettere ai suoi compagni di mettere al sicuro il risultato.


VRANJES Un po’ troppo disordinato e il problema vero che la Fiorentina non ne approfitta, soprattutto Bonaventura e anche lo stesso Ikonè.


BONAVENTURA Ha un paio di occasioni ma non riesce a concretizzarle come sa fare, soprattutto una nel secondo tempo dove da posizione favorevole manda il pallone dalla parte opposta da dove è la porta.


 


L'articolo Conference League, Cukaricki-Fiorentina, le pagelle, Nzola su rigore basta e avanza, viola primi in classifica proviene da Notizie.com.


http://dlvr.it/SydzxN

Europa League, brutta Roma va ko a Praga: i top e flop del match

Europa League, si è concluso da poco il match che ha visto impegnata la Roma di José Mourinho, in trasferta, contro i cechi dello Slavia Praga 


La Roma esce sconfitta dal freddissimo match di Praga contro lo Slavia e con una posizione in meno in classifica. Un primo tempo che è stato letteralmente dominato da parte dei padroni di casa che, in più di una occasione, ha cercato la via della rete. Anche se la difesa giallorossa è stata molto attenta (ed a tratti fortunata) visto che non sono riusciti a trovare la via della rete. Una Roma che, nei primi 45 minuti, è apparsa molto molle e fragile in ogni parte del campo. Anche perché non ha effettuato un solo tiro nello specchio della porta.
Slavia Praga-Roma (Foto LaPresse) Notizie.com


I cechi partono forte anche all’inizio del secondo tempo ed alla fine arriva il gol che porta la firma di Jurecka. Il trequartista approfitta di un errore da parte della difesa giallorossa apparsa disattente: non è bastata una ottima parata di Svilar in precedenza. Ad un quarto d’ora dalla fine arriva la rete del 2-0 con Masopust che trova l’angolino con un tiro dalla distanza dove l’estremo difensore giallorosso non può mai arrivarci.


Da segnalare un episodio molto particolare: Van Buren viene ammonito ancor prima di entrare visto che l’arbitro non gli aveva dato l’ok per il suo ingresso. Una sconfitta che cambia i piani della Roma che scivola al secondo posto, a pari punti proprio con lo Slavia. Per potersi qualificare dovrà aspettare la prossima gara ed, ovviamente, vincere.


Il tabellino e le pagelle di Slavia Praga-Roma 2-0


Slavia Praga-Roma (Foto LaPresse) Notizie.com


MARCATORI: 50′ Jurecka, 74′ Masopust (SP)


SLAVIA PRAGA (3-4-1-2): Mandous 6; Masopust 7 (78′ Vlcek s.v.), Ogbu 6, Holes 6; Doudera 6.5, Zafeiris 6 (78′ Sevcik s.v.), Dorley 6.5 (89′ Van Buren 5.5), Bofil 6; Jurecka 7 (87′ Wallem s.v.); Chytil 5.5 (96′ Hromada s.v.), Provod 6. All.: Trpisovsky


ROMA (3-5-2): Svilar 6, Mancini 5.5, LIorente 5.5 (77′ Renato Sanches s.v.), N’Dicka 6.5; Celik 6, Bove 5.5, Paredes 5 (84′ Joao Costa), Aouar 5 (46′ Cristante 5.5), El Shaarawy 5 (46′ Karsdrop 5.5); Belotti 4.5 (68′ Dybala 6), Lukaku 5. All.; Mourinho


AMMONITI: Masopust, Sevcik, Van Buren (SP), Parades, Ndicka (R)


RECUPERO: 1′ p.t., 7′ s.t.


I top e flop




JURECKA: A prescindere dal gol realizzato, uno dei migliori in campo della sua squadra. Corre avanti ed indietro, si fa per quattro ed alla fine timbra anche il cartellino.


NDICKA: Probabilmente uno dei migliori della sua squadra. Imposta bene e quando ha l’occasione riesce a mettere in difficoltà gli attaccanti avversari. Macchiata solo da un giallo preso nel recupero del secondo tempo.
Slavia Praga-Roma (Foto LaPresse) Notizie.com


AOUAR: Partita anomala per il centrocampista francese che è apparso molto impacciato. Per nulla padrone del centrocampo. Molti palloni e contrasti persi. Tanto è vero che Mourinho lo lascia negli spogliatoi all’inizio della ripresa. 


EL SHAARAWY: Stesso discorso per quanto riguarda l’ex Lione. Il ‘Faraone’ è stato uno degli spettatori in campo della partita. Nessuna azione degna di nota. Anche per lui doccia anticipata rispetto ai compagni di squadra. 


BELOTTI: Sbaglia tutto quello che c’è da fare. E non che il suo compagno di reparto Lukaku abbia fatto meglio.


 


L'articolo Europa League, brutta Roma va ko a Praga: i top e flop del match proviene da Notizie.com.


http://dlvr.it/SydzZh

Top Ad 728x90