Covid, Cgia: perse 302.000 partite Iva

Con il Covid si sono perse 345.000 partite Iva
11.37 Dal febbraio 2020 ad agosto 2021 le partite Iva sono diminuite di 302.000 unità (-5,8%), mentre i lavoratori dipendenti sono scesi di 89.000 (-0,5%). 

Lo fa sapere l'Ufficio studi della Cgia La pandemia ha messo a dura prova i lavoratori, ma a pagare il prezzo più alto sono stati gli indipendenti, scesi sotto la soglia dei 5 milioni di lavoratori. 

Le misure anti-Covid come chiusure e lockdown,sommate al crollo dei consumi, al boom dell'e-commerce, alle tasse, alla burocrazia, e alla mancanza di credito sono state la causa della contrazione.

Posta un commento

Nuova Vecchia